Organizzare un viaggio in Vietnam, le problematiche principali

Organizzare un viaggio in Vietnam

Sempre più turisti europei si avventurano al di fuori delle classiche mete di viaggio, quelle tradizionali o suggerite dalle agenzie. Tra i luoghi che più affascinano il turista fai da te sicuramente il Vietnam rappresenta un sogno per molti. Stiamo parlando tra l’altro di una zona dell’Asia ricca di storia, ma che propone anche una natura selvaggia e ribelle.

Come prima cosa da valutare ben prima di cominciare a organizzare il viaggio è importante valutarne la durata. Almeno 12-14 giorni sono infatti necessari per poter visitare buona parte del Vietnam, per approfondirne lo spirito più vero e autentico. Per visitare solo le principali città basta molto meno.

Quanto costa viaggiare in Vietnam

Per il turista europeo, italiano in particolare, il costo principale del viaggio è costituito dal volo. Spesso è necessario scegliere compagnie estere, in modo da risparmiare circa il 25-30% del costo del biglietto della nostra compagnia di bandiera.

Prima di partire si deve anche considerare che per entrare in Vietnam serve il visto, conviene per questo rivolgersi ad un’agenzia viaggi, in quanto non è così semplice destreggiarsi autonomamente tra ambasciate e documenti vari.

Conviene anche predisporre un’assicurazione sanitaria, per non avere alcun tipo di sorpresa in caso di problemi di salute o di incidente. Per il resto le spese sono abbastanza contenute; in Vietnam si può mangiare al ristorante con cifre modiche, lo stesso dicasi per il pernottamento.

Con meno di 30 euro al giorno si risolvono tutte le spese di vitto e alloggio, se non si vuole dormire nei più grandi hotel della capitale, dove il prezzo è similare a quello di una grande metropoli europea. Se ci si vuole spostare all’interno del Vietnam i voli interni hanno un costo basso, in genere inferiore ai 40-50 euro.

I pagamenti in Vietnam

Quando si viaggia in Europa nella maggior parte dei casi si ha la possibilità di saldare tutti i conti in euro, o comunque di pagare con una normale carta di credito. In Vietnam la moneta è il Dong, che ha un valore irrisorio: 1 milione vale meno di 50 euro.

Per poter pagare tutto ciò di cui si ha bisogno si può saldare il conto con i dollari, accettati un po’ ovunque, oppure si possono prelevare i Dong direttamente dagli ATM, presenti in tutti i maggiori centri abitati.

Conviene in genere portare con sé circa un centinaio di dollari, per ogni evenienza; con qualche contante disponibile all’arrivo si può effettuare subito un cambio in aeroporto, in modo da avere in tasca una certa liquidità, necessaria in molte occasioni.

You might like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *