Atmosfera da fiaba a Giant's Causeway

Atmosfera da fiaba a Giant's Causeway

Testo di Sonia AnselmoBUSHMILLS- Dorate, dai riflessi caldi e preziosi. Le antiche rocce appaiono così, sotto la luce del sole primaverile al tramonto. Un'atmosfera quasi fiabesca per uno di posti del mondo più leggendari,…

Amore e grattacieli ai tempi dell'Expo

Amore e grattacieli ai tempi dell'Expo

Testo di Gioia Stella MesanoMILANO - Un viaggio tra i grattacieli. Sono quelli di tre differenti città, molto diverse tra loro, unite dal fatto di essere metropoli in espansione e da essere protagoniste negli…

La vivace tranquillità di Copenhagen in rosa

La vivace tranquillità di Copenhagen in rosa

Testo di Maria Luisa Bruschetini COPENHAGEN -  E' la città del weekend, in cui tornare ogni volta che si abbia il desiderio di camminare per le strade vivaci,…

Jerez, cavalli, flamenco e motori

Jerez, cavalli, flamenco e motori

Testo di Angela Rubino JEREZ - Cavalli, flamenco, vino e motori. Jerez de la Frontera conserva tutte le antiche tradizioni tipiche dell'Andalusia ma è anche conosciuta ovunque per i Gran Premi di Motociclismo. Anzi,…

Dusseldorf, la giapponese

Dusseldorf, la giapponese

Testo di Gioia Stella Mesano DÜSSELDORF  - Danze cerimoniali, kimono, ombrellini di carta, sushi e sashimi, manga, ikebana. E tantissimi fuochi d'artificio. Tutte le meraviglie culturali e tradizionali del Giappone prendono vita a Düsseldorf…

Subiaco, culla della stampa

Subiaco, culla della stampa

Testo di Sonia AnselmoSUBIACO - L'acqua gorgoglia insistentemente, creando un mormorio di fondo a spezzare il silenzio. L'Aniene scorre ripido tra le gole delle montagne e la cittadina, passa sotto il ponte medievale, sembra…

Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.
Stampa
Apr
28

Aumentano gli italiani nell'Emirato Ras Al Khaimah

Con un positivo +29% il mercato italiano si conferma in crescita per l’Emirato di Ras Al Khaimah, che ha recentemente diffuso i dati riguardanti gli arrivi nel paese per il 2014. Lo scorso anno si è chiuso con un record positivo per la destinazione: più di 2 milioni di pernottamenti (+72% rispetto al 2013), dato che posiziona Ras Al Khaimah tra le destinazioni preferite dai turisti di Germania, Regno Unito, Svezia, Russia, Svizzera e India, che unitamente all’Italia rappresentano i mercati più importanti per l’Emirato.
Ras Al Khaimah, grazie ai suoi paesaggi naturali, come deserto, montagne e spiagge, e una sempre maggiore attenzione nell’offerta alberghiera rappresentata da catene internazionali di alto livello come Waldorf Astoria, Banyan Tree, Hilton (presente anche con il brand Double Tree), Rotana, Rixos, Ramada Hotels & Suites e Marjan Island Resort & Spa, si propone come una meta di lusso capace di garantire uno standard di alto livello ad un prezzo accessibile, oltre ad essere facilmente raggiungibile dall’Italia grazie ai numerosi voli operati da diversi vettori sull’aeroporto di Dubai, situato a soli 45 minuti di macchina da Ras Al Khaimah.
Steven Rice, Chief Executive Officer del Ras Al Khaimah Tourism Development Authority, ha così commentato il risultato raggiunto dalla destinazione: “Il 2014 è stato un anno da ricordare per Ras Al Khaimah, con una serie di importanti risultati raggiunti nell’ambito del turismo. Il numero di visitatori è cresciuto e ha superato le nostre previsioni. Ras Al Khaimah ha dato prova di essere una destinazione di grande attrattiva non solo sul mercato locale, ma anche su quello internazionale, attirando visitatori da tutte le parti del mondo. Siamo certi che la combinazione tra i nostri paesaggi naturali, le spiagge e un’offerta alberghiera che comprende i più famosi brand internazionali, sarà il punto di partenza per un’ulteriore crescita nel 2015 e negli anni a venire”.


Ras Al Khaimah Tourism Development Authority (RAK TDA)

Gioiello ancora poco conosciuto, affacciato sul Golfo Persico, Ras Al Khaimah è uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti. In questo angolo di Arabia, dove lunghe spiagge e splendidi fondali marini si alternano a sinuose dune di sabbia e alte montagne, è possibile trascorrere una vacanza dal lusso accessibile tra storia, tradizione e relax. Situato a solo 45 minuti dal Dubai International Airport l’emirato di Ras Al Khaimah è un mix di paesaggi combinati con un passato ricco di testimonianze e gode di un clima temperato grazie alle montagne che caratterizzano il paesaggio. Gli hotel di lusso, pronti ad accogliere i turisti più sofisticati, ne fanno il posto ideale per un viaggio dedicato al divertimento e all’avventura. L’emirato offre ai visitatori una selezione di attività all’aria aperta come kayaking, pesca, parasailing, gite in barca o passeggiate a cavallo, voli su ultraleggeri e golf. Oltre ad un’accoglienza al top dell’ospitalità, dove coniugare esperienze gourmet con centri benessere esclusivi.Il Tourism Development Authority dell’emirato, è stato istituito nel maggio 2011 come ente del governo di Ras Al Khaimah dedicato allo sviluppo e alla promozione delle strutture turistiche dell’emirato sia a livello nazionale che internazionale e posizionare l’Emirato di Ras Al Khaimah come destinazione di lusso alla portata di tutti.
Oltre a consolidare la posizione di Ras Al Khaimah di destinazione attraente dove investire rinforzandone l’immagine attraverso la comunicazione delle opportunità di sviluppo, gli obiettivi del TDA sono posizionare e promuovere l’emirato come una delle top global luxury destination supportando le strutture turistiche presenti nel paese e aprendo nuovi canali di dialogo con tour operator e agenzie di viaggio e accrescere la conoscenza di Ras Al Khaimah come destinazione per le vacanze attraverso iniziative di relazioni pubbliche e marketing.
Le attività principali del TDA sono la ricerca e l’analisi di progetti turistici futuri, l’analisi dei trend attuali, la presentazione dell’emirato ai potenziali mercati stranieri durante travel show, conferenze e fiere e sensibilizzazione degli operatori del settore turistico italiano, coordinamento e sviluppo di iniziative congiunte con i principali operatori del settore turistico, iniziative branding e marketing per sviluppare il turismo e gli investimenti nell’emirato oltre che Compagne di promozione media e consumer.

www.rasalkhaimahtourism.com

Stampa
Apr
28

La Toscana va in scena a Milano

Dal 2 al 4 maggio un mondo di profumi, suoni, visioni inaugureranno lo spazio di Toscana Fuori Expo. Nel cuore di Milano (Chiostri Umanitaria, via Daverio 7), il buono e il bello della Toscana si raccontano nell’anteprima di IN Piazza a Firenze, l’evento che porterà nel capoluogo toscano (Piazza della Repubblica, 22-23-24 maggio) l’eccellenza enogastronomica e artigianale del territorio.
Un modo multisensoriale di raccontare un territorio attraverso il gusto, i prodotti tipici, le parole delle persone che “fanno” le cose, gli incontri con i grandi chef che presentano la loro cucina. Il viaggio nella Toscana del buon vivere prenderà il via il 2 maggio con l’apertura di “Bocconi di Toscana”, mostra mercato di prodotti tipici all’interno dello spazio espositivo di Toscana Fuori Expo che proseguirà per l’intera tre giorni con orario 11-22 per raccontare una terra che fa dello stile di vita la sua carta di identità nel mondo.
Evento nell’evento saranno gli showcooking della rassegna “La Toscana degli chef” che sempre nello spazio di Toscana Fuori Expo vedranno protagonisti i migliori chef che operano sul territorio.
Primo originale appuntamento tutto al femminile sabato 2 maggio, quando Sara Conforti (Osteria del Vicario – Certaldo) e Entiana Osmenzeza (Se.Sto on Arno – Firenze) proporranno una ricerca che mostra come la cucina toscana sia naturale antesignana della cucina vegana.

Domenica 3 maggio proseguono gli showcooking con Francesco Altomare e Duccio Pistolesi (Oliviero – Firenze), Maria Probst, (La Tenda Rossa – Cerbaia) e Beatrice Segoni (Convivium – Firenze). E tra gli chef, senza paura di confronti, alle ore 17 si esibirà Donna Giorgiana Corsini la principessa ideatrice di Artigianato e Palazzo, prestandosi ad interpretare la cucina toscana con grande maestria.
Gli showcooking del 2 e 3 maggio saranno condotti da Annamaria Tossani di Italia 7.
Lunedì 4 maggio riflettori accesi su Il “trippaio”, pioniere dello street food. Trippa, lampredotto, piatti tipici fiorentini, saranno protagonisti dello spazio showcooking dove, dopo il “trippa lunch” delle ore 12, presentato da Leonardo Romanelli, il “trippaio” Alessandro Corsi racconterà l’antica arte toscana dello street food.
A seguire La Toscana degli chef con Emanuele Vallini (La Carabaccia – Bibbona) e Matteo Donati (Ristorante Donati – Castiglione della Pescaia), che interpreteranno la trippa.
L’anteprima di IN Piazza a Firenze è un progetto di Claridea, e vuole offrire uno spaccato di quello che sono le manifestazioni enogastronomiche toscane, prima fra tutte, la Biennale Enogastronomica Fiorentina.
IN Piazza a Firenze è presente sui social. Seguiteci su Facebook “In Piazza a Firenze”, su Instagram inpiazzafirenze e su Twitter @InPiazzaFirenze.

Stampa
Apr
28

Il Regno di Camelot alla Rocca di Lonato del Garda

Dopo l'estrazione della magica spada Excalibur, Artù verrà riconosciuto come unico e legittimo Re del Regno di Camelot: questo momento non potrebbe avere cornice più suggestiva della Rocca di Lonato del Garda (Bs) dove, proprio come in una racconto fantastico, il 24 maggio prenderà vita La Spada nella Rocca – Una Giornata Fantastica, meravigliosa avventura in costume assieme a Re Artù, Ginevra e i Cavalieri della Tavola rotonda. Tutti i ragazzi dai 3 ai 14 anni, catapultati dagli animatori nel regno di Camelot, vestiranno i panni dei valorosi cavalieri, pronti a tutto pur di seguire il proprio Re nella ricerca della più temuta tra le creature del Magico Mondo: la Strega Morgana, che custodisce segretamente il Sacro Graal. Nel frattempo la corte del Regno è scossa dalla presenza del temerario Sir Mordred che, con la sua smania di potere, ha creato un esercito pronto ad ostacolare le imprese di Re Artù e della sua schiera di soldati.
Sarà una giornata intensa - che prenderà il via alle 10.30 - in cui i prodi cavalieri si troveranno ad affrontare numerose prove di abilità in diverse discipline: fra laboratori di spada, elmetto e armatura, l’addestramento al torneo ed il tiro con l’arco. Le gentili dame si dedicheranno invece ai lavori artigianali cimentandosi nel laboratorio di coroncine assieme a Ginevra. Una breve pausa per il pranzo con i genitori e poi si ripartirà pronti ad affrontare le prove e le attività del pomeriggio, che avrà fra i momenti più importanti il grande Spettacolo di Magia e il torneo intitolato Mago Merlino, suo Fratello e il Prode Cavaliere dove, a suon di incantesimi e antiche profezie, il povero Lancillotto si troverà nel bel mezzo di una battaglia di cui sarà l’unica vittima. L’avventura dei cavalieri e delle damine proseguirà con la ricerca della strega e della sua schiera di Troll giganti, il più grande ostacolo che i nostri eroi dovranno affrontare per arrivare al termine della giornata, che vedrà l’investitura e la nomina dei cavalieri per i bambini e balli e danze con Ginevra per le bambine.
Durante tutta la Giornata Fantastica, saranno allestiti in Rocca banchetti artigianali, dove si potranno comprare prodotti a tema come spade, archi, elmetti, coroncine di fiori, abiti da re e principesse e molto altro ancora.
Ad organizzare l’evento, con la Fondazione Ugo Da Como, è la Compagnia San Giorgio e il Drago di Milano (www.sangiorgioeildrago.it), fra le più conosciute associazioni italiane specializzate in avventure in costume e animazioni a tema.

Stampa
Apr
27

Gli alimenti più confiscati al London City Airport

Sono passati quasi 10 anni da quando sono state introdotte limitazioni sul trasporto di liquidi nel bagaglio a mano. Era il 2006, la polizia britannica scoprì un piano terroristico che prevedeva la detonazione di esplosivi liquidi su alcuni voli transatlantici. Alla fine delle indagini, furono imposte delle restrizioni molto severe sul trasporto di sostanze liquide, poi gradualmente ridotte, ma la regola di non superare i 100 ml a contenitore rimane. Da allora, dopo una mezza dozzina di costose creme per il corpo e altrettanti shampoo requisiti dal bagaglio a mano, abbiamo imparato ad organizzare il beauty in micro confezioni, ma stando alle statistiche di London City Airport (LCY), sembrerebbe che facciamo ancora fatica ad associare l’irrinunciabile souvenir gastronomico con questa regola. Tra i prodotti, ritenuti liquidi, più requisiti all’aeroporto londinese figurano infatti:

1. Barattoli di “Jam” o “Marmalade”. Come ci ha insegnato la nostra prof. di inglese alle medie, gli anglofoni fanno la differenza tra la marmellata di agrumi e quella prodotta da un qualsiasi altro frutto, ed è forse in virtù di questo ricordo che è difficile resistere alla tentazione di comprare una marmellata di arance amare da Harrod’s o Fortnum & Mason.
2. Confezioni di Marmite. Si pronuncia /ˈmɑrmaɪt/ ed è il classico caso in cui il nome commerciale ha finito per indicare la specialità gastronomica: un estratto di lievito spalmabile popolare tra i britannici, ma non tutti, perché anche da loro lo spot recita: "Either you Love it or Hate it", o lo ami o lo odi. In qualsiasi altra parte del mondo è naturalmente introvabile. Da noi sembrerebbe particolarmente apprezzato dai vegetariani.
3. Vasetti di Lyle’s Golden Syrup, storico brand di sciroppo d’acero, prezioso ingrediente delle pancake.
4. A sorpresa, tra specialità rigorosamente British, si inserisce la Nutella, prodotto nostrano reperibile praticamente in qualsiasi supermercato del mondo. Che sia l’antidoto segreto di molte persone per superare lo stress del volo?
5. Heinz Baked Beans, i fagioli in scatola che con uova e bacon costituiscono la base dell’English Breakfast.

Indipendentemente dalla nazionalità, sembrerebbe quindi che sia impossibile per i passeggeri del London City Airport rinunciare a far scorte di alimenti introvabili sul Continente, siano essi destinati al consumo personale o a diventare regali per parenti e amici. Tra gennaio e marzo al London City Airport sono stati requisiti ben 300 di questi articoli, che sono stati poi donati alla Newham Foodbank, un’associazione benefica locale che si occupa di distribuire alimenti alle persone più bisognose.

“Ci fa molto piacere poter aiutare chi ha bisogno”, ha dichiarato Declan Collier, CEO di London City Airport, “Allo stesso tempo, teniamo a ricordare a tutti i passeggeri le norme sugli oggetti che si possono portare nel bagaglio a mano, così da non rimanere delusi se ai controlli bisogna lasciare indietro qualche acquisto”.

Sono classificati infatti come liquidi anche alimenti semi-liquidi come marmellate, miele, creme, zuppe, i quali devono essere confezionati in contenitori sotto i 100 ml e presentati ai controlli in un’unica busta di plastica sigillata e trasparente. Tutto ciò che supera queste quantità deve venire imbarcato per poter giungere a destinazione.

Ulteriori informazioni sulle restrizioni relative al trasporto di bagagli a mano sono disponibili sul sito https://www.gov.uk/hand-luggage-restrictions/overview (in inglese) o su quello dell’Enac http://www.enac.gov.it/i_diritti_dei_passeggeri/cosa_portare_a_bordo/info-1423113948.html

Stampa
Apr
27

Ai festival d'Irlanda con Aer Lingus

Nei prossimi mesi musica e ritmo invaderanno trionfanti pub, strade, teatri e palcoscenici dell’Isola di Smeraldo con un ricco ed eclettico programma musicale in grado di soddisfare appassionati di ogni genere. Raggiungere l’Irlanda per scoprire tutti gli eventi è facile con i voli Aer Lingus. Direttamente dal sito della compagnia, www.aerlingus.com, è possibile consultare le migliori offerte e acquistare il proprio volo.
Ecco alcuni appuntamenti musicali primaverili ed estivi per tutti i gusti:

Derry Jazz and Big Band Festival, Derry Londonderry
Il 30 aprile, giorno proclamato dall'UNESCO "International Jazz Day", si darà il via all'eccezionale festival che proseguirà fino al 4 maggio, celebrando la musica che ha saputo unire i popoli e fondere le culture di tutto il mondo. Tra i protagonisti Jamie Cullum, artista jazz di maggior successo del Regno Unito.
Per maggiori informazioni: http://www.cityofderryjazzfestival.com

The Galway Early Music Festival, Galway
Dal 14 al 17 maggio le atmosfere del passato rivivranno nelle strade di Galway grazie alle composizioni medievali, rinascimentali e barocche del festival che troverà nello storico centro la sua cornice ideale. Il festival di musica antica quest'anno metterà in risalto il concetto di tempo, dal ciclo delle stagioni alle età del mondo con concerti e laboratori.
Per maggiori informazioni: http://galwayearlymusic.com

KFEST Music and Arts Festival, Killorglin
Dal 29 maggio al 1 giugno il festival proporrà interpreti innovativi e talenti emergenti nel campo delle arti, della musica e dello spettacolo. In primo piano l’esplorazione culturale a tutto tondo con dibattiti, gallerie artistiche, cinema, laboratori per i più piccoli e musica dal vivo.
Per maggiori informazioni: http://www.kfest.ie

Fastnet Maritime e Folk Festival, Ballydehob
Dal 12 al 14 giugno nelle strade e nei pub del vivace villaggio di Ballydehob, melodie folk dedicate al mare saranno indiscusse protagoniste del festival, manifestazione di carattere internazionale che propone oltre a buona musica popolare, workshop, danze e un mercato artigianale.
Per maggiori informazioni: http://fastnetmaritime.com

Chamber Music Festival, Bantry
Dal 26 giugno al 4 luglio, il celebre festival giunto alla sua ventesima edizione, darà spazio a capolavori musicali, grandi interpreti di fama mondiale e nuovi talenti
Per maggiori informazioni: http://www.westcorkmusic.ie/chambermusicfestival


Per organizzare al meglio la permanenza in Irlanda e scoprire informazioni utili basta visitare il sito www.irlanda.com che fornisce tutte le informazioni necessarie per scoprire e vivere le città irlandesi. Turismo Irlandese offre interessanti informazioni anche su Youtube, Facebook, Twitter (@TurismoIrlanda).

Aer Lingus offre voli annuali e stagionali dall’Italia per raggiungere la città irlandese di Dublino, le città americane di New York, Boston, Chicago e la città canadese di Toronto.

Direttamente da www.aerlingus.com, è possibile non solo volare con le tariffe più economiche*, ma anche acquistare un voucher regalo, prenotare il proprio albergo, prenotare l’assicurazione di viaggio e noleggiare un’auto.

*Termini e condizioni
Le tariffe sono soggette a termini, condizioni e disponibilità.

Stampa
Apr
24

Futuristi a Staggia

Prenderà il via il prossimo 16 maggio “Remo Chiti – Futurista a Staggia”, il progetto che nasce per rendere omaggio a un grande artista della terra di Siena, che ha dato un contributo particolare e originale al Movimento Futurista. Poeta, artista, critico, attore, autore di “Manifesti Futuristi del Cinema” e della “Scienza”, attivo animatore del Teatro Sintetico, Remo Chiti fu uno dei redattori de “L’Italia Futurista”, collaborò attivamente con Marinetti e fu componente della “Pattuglia Azzurra Fiorentina” con Ginna, Corra, Settimelli ed altri.
Nato a Staggia, piccolo borgo vicino a Poggibonsi (Siena) che sorge attorno ad una meravigliosa rocca medioevale immersa nel paesaggio senese, Remo Chiti rimane legato alle sue origini al punto che quest’ultime caratterizzarono anche la sua produzione artistica, spesso dedicata ai temi della natura: nuvole, stelle, luna, rendono Chiti e i futuristi della Pattuglia Azzurra dei precursori del Surrealismo.
E sarà proprio la Rocca di Staggia Senese oggi sede dell’omonima Fondazione a rendere omaggio alla sua opera, ospitando un allestimento davvero particolare che fonde Medioevo, avanguardia del ‘900 e arte contemporanea.
L’antica Rocca di Staggia, snodo viario degli antichi cammini delle vie Francigena e Romea e del Cammino di Compostela si pone come luogo ideale per attualizzare l’opera di Chiti affidandone l’elaborazione ad artisti contemporanei.
Il progetto si propone infatti di indagare la storia, intesa come memoria, per costruire itinerari contemporanei.
Negli spazi di una Rocca che nel Medioevo rappresentò pura avanguardia per soluzioni architettoniche e tecnologiche, un piccolo gruppo di artisti sono chiamati ad incontrare l’opera del futurista Chiti e a creare istallazioni che ne evidenzino l’assoluta attualità. Un’inedita riflessione sui molteplici significati dello spazio e del tempo e del rapporto tra arte e vita che furono temi fondanti della ricerca del Futurismo.
II Futurismo si sposa così al Medioevo e ci trasporta nel futuro grazie al lavoro di artisti che come moderni pellegrini arrivano a Staggia Senese, portano la loro visione del mondo, realizzano opere confrontandosi e sperimentando su un tema comune: la parola di Chiti, una parola che rompe le radici per farsi linguaggio di avanguardia.

Le riflessioni che “il Futurista di Staggia” dedica al cielo, all’azzurro, alle nuvole saranno base di partenza per le 3 sezioni della mostra: arte multimediale, cucina futurista, abito/abitare.

L’esposizione permetterà così di godere di opere dell’Avanguardia del ‘900, tuffarsi nella storia medioevale e immergersi nel futuro in un viaggio tra memoria, arte e gusto che si arricchirà di una serie di appuntamenti finalizzati a far conoscere le eccellenze locali.

La mostra a cura di Donatella Bagnoli è progettata dalla Fondazione La Rocca di Staggia vede la collaborazione con il Lions Club Valdelsa, il Comune di Poggibonsi, e la Fondazione Primo Conti.

Dopo l’inaugurazione del 16 maggio l’esposizione resterà aperta fino al 31 dicembre 2015.

Orario di apertura: 10 – 19 (tutti i giorni orario continuato).

Informazioni e prenotazioni: 3364792092; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .; www.laroccadistaggia.it