In Cammino con Annibale

In Cammino con Annibale

Testo di Sonia AnselmoTUORO SUL TRASIMENO - I girasoli tingono di giallo i campi, piegando la gigantesca corolla al sole che tramonta sul lago. Trasmettono una sensazione di pace, eppure qui si combattè una delle…

Leoni marini e granchi a San Francisco

Leoni marini e granchi a San Francisco

Testo di Gioia Stella MesanoSAN FRANCISCO - Il rumore è quasi assordante, sembra un tuono prorogato nell'etere, un rimbonbo animalesco. Ci si guarda intorno alla ricerca di dove possa provenire, niente. Basta…

Urbino, il Duca abita qui

Urbino, il Duca abita qui

Testo di Maria Luisa BruschetiniURBINO - Anche solo passando lungo la strada che la costeggia non ci si può dimenticare di Urbino e del suo profilo perfetto da scenografia rinascimentale. Della città sinuosamente…

Il grande cuore dei villaggi del nord della Thailandia

Il grande cuore dei villaggi del nord della Thailandia

Testo e foto di Sonia Anselmo MAE KAMPONG - L'acqua scende dalla cascata e fa un rumore lieve che rimane in sottofondo giorno e notte, qualsiasi cosa si faccia.  Sembra una dolce cantilena,…

Bruxelles e le begonie in piazza

Bruxelles e le begonie in piazza

Testo Angela Rubino BRUXELLES - Colori e profumi per un kilim unico al mondo in una piazza altrettanto speciale. Un tappeto di fiori, in particolare di begonie, si stende sulla Grand Place di Bruxelles…

Spoltore, cultura, festival e birra

Spoltore, cultura, festival e birra

Testo di Angela Rubino SPOLTORE - Un palcoscenico medievale tra la collina e il mare. Spoltore, borgo incantato alle spalle di Pescara, sembra proprio stato ideato come luogo per manifestazioni artistiche. Non a caso,…

Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.
Stampa
Ago
20

Ad Appiano appuntamento con il Pinot Bianco

I Pinot Bianco d’Europa si danno appuntamento il 29 e 30 agosto nel comune vitivinicolo di Appiano in Alto Adige, in occasione di “Spatium Pinot Blanc 2014”. I due giorni di manifestazione prevedono un ricco programma di eventi interamente dedicati al Pinot Bianco e pensati sia per esperti del settore vitivinicolo che per appassionati di vino. “Spatium Pinot Blanc” è un evento organizzato dall’associazione Vineum Appiano, in collaborazione con il Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg.
La presenza del Pinot Bianco è attestata per la prima volta da una testimonianza scritta del XIV secolo. Una recente ricerca ha evidenziato però che, varietà provenienti dalla Borgogna, potrebbero essere state coltivate già duemila anni fa. Il Pinot Bianco vanta una lunga storia anche nella viticoltura altoatesina: le cronache narrano, infatti, che il primo a coltivare questo vitigno in Alto Adige fu l’arciduca Giovanni d’Austria nel 1852.
L’area vitivinicola più vasta d’Europa per il Pinot Bianco è attualmente la Germania, con circa 4500 ettari coltivati. Altre importanti aree per la coltivazione di questa varietà si trovano in Francia, Italia e Austria. Il Pinot Bianco ha acquisito, negli anni passati, un posto di primaria importanza anche nell’economia vitivinicola altoatesina, sia in termini di quantità prodotta che di considerazione e di prestigio. Ad oggi, la superficie coltivata è pari a 515 ettari, una cifra che risulta però essere in aumento. Da sottolineare inoltre che, alcuni anni fa, il Pinot Bianco è entrato a far parte delle varietà di punta dell’Alto Adige: un fattore che contribuirà certamente ad una crescita ulteriore.
Questo il contesto che ha portato all’organizzazione, proprio in Alto Adige, di un evento per la prima volta interamente dedicato al Pinot Bianco, quale “Spatium Pinot Blanc”. In particolare, la manifestazione si terrá ad Appiano, un’area vitivinicola che sembra essere predestinata alla coltivazione di Pinot Bianco: la qualità di questo vino è garantita, infatti, solo in presenza di aree con esposizioni favorevoli e soleggiate, preferibilmente con terreni profondi, ricchi di calcare e con adeguata umidità.
“Spatium Pinot Blanc” rappresenta un momento d’incontro per i produttori e per gli appassionati di Pinot Bianco di tutta Europa.
Per informazioni www.spatium-pinotblanc.it

Stampa
Ago
19

Nel 2016 arriva Aqualagon

Villages Nature, progetto turistico residenziale nato da Euro Disney S.C.A. e Pierre & Vacances-Center Parcs, svela al pubblico Aqualagon, emblema del concetto green alla base di Villages Nature e cuore pulsante del parco naturale a 6 km da Disneyland Paris e a 32 km dalla capitale, destinato a diventare il più innovativo polo turistico in chiave green in Europa.
Aqualagon, che aprirà nel 2016 all’interno di Villages Nature, sarà infatti uno spazio ludico formato da una laguna geotermica a cielo aperto di 2500 m2 che, con una temperatura costante di 30° C, consentirà di immergersi tutto l’anno a ridosso di un parco acquatico al coperto che con i suoi 9000 m2 sarà uno tra i più grandi d’Europa. Villages Nature è un articolato progetto immobiliare che comprende 1730 residenze e che complessivamente copre solo il 10% della superficie disponibile.
Villages Nature è stato scelto dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) per partecipare al “Partenariato mondiale per il turismo sostenibile”, inoltre gode della qualifica di “operazione di interesse nazionale” e “progetto di interesse generale” da parte delle autorità francesi.
L’impronta “green” di Villages Nature si riflette anche nell’architettura degli spazi: cascate, piscine ad onde, scivoli, un “fiume attivo”, aree giochi ecc. formano la particolare e simbolica struttura piramidale di Aqualagon. Un percorso paesaggistico tra piante acquatiche, nebbie e vapori acquei si snoda attraverso le gradinate della piramide fino a raggiungere la cima da cui è possibile ammirare l’intero sito di Villages Nature e le zone boscose circostanti.
Jacques Ferrier, architetto noto in tutto il mondo per i suoi progetti innovativi, ecologici e responsabili, e ideatore di Aqualagon, nel descrivere la sua opera paragona questo spazio ad “un mondo uscito dal lago”. La scelta di sfruttare l’energia geotermica non interessa solo il parco acquatico ma l’intero polo turistico, conferendo a Villages Nature un carattere assolutamente esemplare e unico: l’intero fabbisogno termico del sito, dalle acque di balneazione dell’Aqualagon al riscaldamento e all’acqua calda di tutti gli edifici, sarà infatti coperto da questa fonte energetica rinnovabile e sostenibile che non genera gas a effetto serra. L’utilizzo delle calorie provenienti da due pozzi scavati a 1800 metri di profondità nella falda dell’Île de France consentirà di alimentare le reti di superficie tramite un procedimento di scambio termico con l’acqua riscaldata dal nucleo terrestre a 78˚C.
Una strategia energetica questa, che unita alla volontà di coprire il fabbisogno elettrico di Villages Nature con fonti integrative di energia rinnovabile, permetterà di raggiungere l’obiettivo “zero emissioni” per l’ambiente costruito. Tale ambizione rappresenta una novità assoluta a livello europeo, e addirittura mondiale, per una destinazione turistica, facendo di Villages Nature il pioniere di una nuova generazione di progetti turistici e di assetto del territorio.

Stampa
Ago
18

Al via Soave Versus

Soave Versus, rinomata manifestazione enogastronomica organizzata da Consorzio del Soave, Strada del Vino Soave e Associazione Soave Versus, taglia nel 2014 il traguardo delle tredici edizioni e per l'occasione, si trasforma e si rinnova. Cambia innanzitutto il luogo in cui si svolgerà, e dal centro del borgo medievale di Soave, approda dal 6 all'8 settembre in centro a Verona, al Palazzo della Gran Guardia.
Il bello e il buono. Una trentina di cantine delle terre del Soave saranno presenti nel monumentale palazzo che si affaccia in piazza Bra con più di 200 vini in assaggio, da gustare assaporando le tipicità locali proposte dagli artigiani del gusto e dai ristoranti veronesi. Nello stesso palazzo, fino al 5 ottobre 2014 è ospitata la mostra del Veronese (www.mostraveronese.it). La presenza nell'edificio dei due eventi è una ghiotta occasione per assaporare, in un'unica giornata, un esempio di "bello&buono" offerto dalla città scaligera. Il "Gusto del saper fare". Oltre allo scenario, Soave Versus cambia anche stile e si propone come cassa di risonanza del made in Italy tanto apprezzato nel mondo. La manifestazione si aprirà, quindi, al mondo delle abilità artigianali, produttive e culturali della provincia scaligera con l'organizzazione di laboratori didattici, momenti di dibattito e riflessione. Ingresso: ore 18-23, costo di partecipazione al pubblico 15,00 euro, operatori 10 euro, calice di degustazione compreso.
Le tappe del Soave. Il Soave è il primo vino italiano ad essere stato riconosciuto nel 1931 “vino tipico”, delimitandone la zona di origine. Il prodotto Soave cresce fino al riconoscimento ufficiale del 1968, anno che fotografa un vigneto già allora di oltre 6000 ettari per una produzione a Doc vicina ai 450.000 ettolitri. Il “fenomeno” Soave si consolida negli anni seguenti fi no a raggiungere oggi i 6900 ettari vitati iscritti alla Doc per una produzione nel 2013 di 517.000 ettolitri. Recenti rilevazioni statistiche, insieme ai dati ufficiali della Regione Veneto, confermano l’area del Soave come la più forte in Italia per la densità viticola. Il comune di Monteforte, nel Soave Classico, ha oltre il 95% della superficie agricola investita a vigneto specializzato, seguono Soave, sempre zona Soave Classico, e poi Colognola, Montecchia e Roncà con percentuali che superano l’80%.

 

Stampa
Ago
10

A Zurigo un'estate di sport e cinema

 

A Zurigo tutto è pronto per la cerimonia d'apertura dei Campionati europei di atletica leggera 2014, che si svolgeranno dal 12 al 17 agosto.
L’attesa è grande per la cerimonia di inaugurazione del 12 agosto, che lungo l’arco di trenta minuti promette uno show multimediale con musicisti ed artisti di calibro internazionale, effetti speciali e fuochi d’artificio. Protagonisti saranno gli atleti, primi fra tutti gli svizzeri: Noemi Zbären, Lisa Urech, Nicole Büchler, Mujinga Kambundji, Kariem Hussein. Gli italiani saranno rappresentati da 79 atleti tra cui Andrew Howe, Daniele Greco, Daniele Meucci e Fabrizio Donato tra i 45 uomini e Federica del Buono, Valeria Straneo e Anna Incerti tra le 34 donne. Ospite della cerimonia di apertura sarà l’idolo svizzero DJ BoBo, che si esibirà con la mascotte dei campionati, Freddy Nock, che farà trattenere il fiato ai presenti con le sue acrobazie sopra la pista di gara. Questo eroe degli sport estremi e funambolo di alta quota è entrato più volte nel Guinness dei primati. Dopo aver scalato le classifiche mondiali, il gruppo rock finlandese Sunrise Avenue offrirà un altro momento indimenticabile, grazie soprattutto al cantante, Samu Haber, considerato uno degli artisti più espressivi e trendy dei giorni nostri. Protagonista sarà ovviamente anche il mondo dello sport, con molti atleti che hanno scritto pagine importanti dell'atletica svizzera. Molti di loro saranno presenti alla cerimonia di apertura: Werner Günthör, mito vivente del lancio del peso, seguirà naturalmente il duello dei suoi successori, raccontandolo al pubblico sullo sfondo di un suggestivo gioco di luci. Ci saranno anche Anita Weyermann, Meta Antenen, André Bucher, Markus Ryffel e il tanto atteso maratoneta Viktor Röthlin, il campione europeo che difenderà il titolo nella gara che concluderà la sua strepitosa carriera. Oltre alle numerose chicche sportive, in programma ci saranno manifestazioni musicali e culturali. Artisti di altissimo livello, come DJ Bobo, Sunrise Avenue, Eliana Burki, Marc Sway e Freddy Nock, si esibiranno allo Stadio Letzigrund. Diverse proiezioni scorreranno sulla facciata del Teatro dell’Opera che regaleranno un’esperienza ai visitatori davvero speciale, senza contare che, per la prima volta, si terranno due maratone su un percorso impegnativo che attraverserà il centro di Zurigo. L’Ufficio del Turismo sarà presente in loco con un gazebo sulla Sechseläutenplatz. Si è ancora in tempo per la stagione estiva, quando Zurigo mostra il suo lato migliore. Il sito “zuerich.com”, frutto di un design completamente rinnovato, sarà molto utile per i turisti e per i tanti appassionati della città, rappresentando il primo punto di contatto e fonte concreta di informazioni. Attraverso una presentazione accattivante invoglia a prendere in considerazione vacanze o viaggi brevi oltre a dare informazioni su offerte, notizie ed eventi. Dal 14 al 31 agosto Zurigo si trasformerà in un palcoscenico con tante iniziative teatrali. L’evento “Teatro Spettacolo di Zurigo” ospita annualmente da 30 a 35 gruppi artistici o singoli artisti provenienti da tutto il mondo. Il Festival ha come location sia ristoranti e bar, che offrono intrattenimento all'aperto, sia sedi privilegiate, che si trovano proprio sul lago di Zurigo, sul "Landiwiese", nel "Rote Fabrik", nel "cortile". Manifestazioni estemporanee saranno anche create dagli artisti di strada. La lunga notte dei musei si terrà per la quindicesima volta il 6 settembre e concorre a far parte del calendario culturale della città. Il percorso museale notturno invita ad esplorare tutte le forme di arte e cultura, dalla pittura al disegno. I musei aprono le porte ai visitatori con il loro bagaglio di arte, architettura, design, storia, scienze naturali. Per l’occasione sono 46 le istituzioni coinvolte che offriranno, inoltre, un ricco programma di musica dal vivo. Intanto dal 25 settembre al 5 ottobre si svolgerà il decimo Zurich Film Festival. Lo scopo dell’evento è quello di offrire al pubblico una panoramica del lavoro dei registi più promettenti provenienti da tutto il mondo nonché di promuovere lo scambio di idee tra i cineasti affermati ed il pubblico. Registi emergenti hanno la possibilità di presentare i loro film per tutto il mercato di lingua tedesca. Il concorso internazionale wittnesses registi sono in competizione per il “Golden Eye” , il premio più ambito del festival. Numerosi eventi collaterali, come ad esempio la "Zurigo Master Class", il "Forum Film Finance" o il mercato cinematografico GST "ZFF Filmboutique" completano il nutrito programma. Il Zurich Film Festival, nato nel 2005, si è affermato rapidamente e continua a crescere. Nel 2013 circa 71.000 sono stati i visitatori e più di 500 i giornalisti accreditati che hanno partecipato alle proiezioni. In autunno si può partecipare ad un “tour di degustazione“ guidato per le vie del centro storico. Altre delizie della Regione del Lago di Zurigo e specialità della Svizzera orientale vengono proposte in occasione delle settimane culinarie del Lago di Zurigo-Linth. La stagione delle verdure da intagliare è ufficialmente aperta in autunno: zucche di ogni dimensione, colore e forma possono essere ammirate allo Juckerhof di Seegräben. A settembre, si svolgerà anche la regata delle zucche, dove i più temerari solcheranno le acque del Lago di Zurigo a bordo di zucche giganti svuotate e indossando costumi originali. Zurigo, la città sull’acqua, è caratterizzata da una varietà eccezionale di peculiarità: visite guidate del centro storico e del suo ricco passato, shopping in una delle vie più lussuose al mondo, arte, cultura e gastronomia di altissimo livello, così come paesaggi incantevoli con vista sulle montagne. Non a caso si possono contare in città 1.200 fontane, tutte con acqua potabile e alcune con la scodella inferiore per i nostri amici a quattro zampe. Sul Lago di Zurigo è possibile intraprendere gite in battello mentre, a poco meno di un’ora dalla città, si possono vedere le cascate più grandi d’Europa, quelle del Reno, che offrono uno spettacolo naturale indimenticabile. Il percorso sui battelli permette di costeggiare il Lago Limmat mostrando i lati più belli di questa variegata regione. Lungo l’itinerario si incontrano cittadine e villaggi storici, parchi e quartieri residenziali tempestati di ville, ma anche paesaggi costieri incontaminati, ampi boschi e gole selvagge. La “Zurigo weekend special”, proposta da Zurigo Turismo (www.zurigoturismo.com) è valida tutto l'anno e consente, a chi trascorre un weekend in città, di usufruire del 25% di sconto sul pernottamento presso uno degli alberghi convenzionati, dall’ostello all’hotel a cinque stelle, dando la possibilità a tutti di visitare questa splendida località. L’ aeroporto internazionale di Zurigo-Kloten, che si trova a 15 km di distanza, corrispondenti a 20-30 minuti di auto, è ben collegato con il centro città e con le altre destinazioni elvetiche, grazie ad un’ampia e articolata rete ferroviaria. È la linea aerea Swiss International Air Lines (www.swiss.com) che collega Roma con Zurigo quattro volte alla settimana. La città da qualche anno è una destinazione amata dai giovani che si muovono facilmente da un lato all’altro della città. Dalla viva voce del responsabile del mercato italiano di Zurigo Turismo, Paolo Lunardi, apprendiamo che Zurigo vanta la vita notturna più vivace della Confederazione. Svizzera, non solo sci, arte e cultura, business travel, ma anche wellness e gastronomia. Sono questi i settori sui quali scommette Svizzera Turismo ( numero verde dall’Italia 0080010020030 o www.svizzera.it).

Testo di Harry di Prisco

 

Stampa
Ago
09

A Tahiti è tempo di Billabong Pro

Nei pressi del canale di Hāva'e, a 70 km da Papeete, si trova la leggendaria Teahupo'o che deve la sua fama internazionale alla sua bellezza ed alla straordinaria potenza delle sue onde. Ogni anno, questa località è teatro della Billabong Pro, una competizione che vede protagonisti i migliori surfisti del mondo, tra i quali il tahitiano Michel Bourez, attualmente secondo nella classifica mondiale, dietro il brasiliano Gabriel Medina. Campione Europeo Junior del 2006 e fresco vincitore del Billabong Rio Pro (WCT) e del Drug Aware Margaret River Pro (WCT), dal 15 al 26 agosto 2014 “The Spartan” affronterà i più grandi protagonisti del circuito mondiale sulle onde di casa, forte del tifo degli oltre 20.000 tahitiani che abitualmente praticano questa disciplina mozzafiato.
Sul fronte femminile, la sfida sarà soprattutto tra l’hawaiana Carissa Moore e l’australiana Sally Fitzgibbons, rispettivamente al primo e al secondo posto nella classifica mondiale, separate da meno di 2000 punti.
Il surf è da sempre nel dna dei tahitiani: la pratica dell’horue faceva parte della formazione dei giovani durante il loro lungo apprendistato di navigazione. Conoscere e utilizzare al meglio venti, onde e correnti, sfruttare la potenza delle onde e del mare erano le basi per procedere più rapidamente e imparare a far scorrere una barca più abilmente sulla superficie dell'oceano. Situate al largo di uno dei mari più vasti del pianeta, le Isole di Tahiti sono esposte alle potenti correnti che attraversano l’Oceano Pacifico e offrono quindi un “terreno” favorevole alla pratica di questo emozionante sport. Grazie alla barriera corallina, di cui si circondano la maggior parte delle Isole di Tahiti, vi sono numerosi "reefbreaks", punti di rottura dell’onda sulla barriera corallina. Quando si rompono sulla barriera, le onde risultano potenti, profonde e particolarmente adatte al "tube riding". Le Isole di Tahiti sono anche ricche di "shorebreaks", che si sviluppano nelle aree costiere non direttamente protette dalla barriera corallina. In questi casi le onde rompono sulle spiagge formando una "beachbreak", oppure sulle coste rocciose.
Dopo la Billabong Pro Teahupo'o, la stagione del surf prosegue per tutto l’anno: durante l'inverno, potenti depressioni nell'emisfero settentrionale generano lunghe onde che colpiscono il nord e nord-ovest coste delle Isole di Tahiti, in particolare, da novembre ad aprile. Tra giugno e settembre, durante l'inverno australe, le onde si vengono a formare da depressioni nell'emisfero meridionale, vicino all'Antartide che colpiscono le coste delle Isole di Tahiti esposte a sud e sud-est.

Per informazioni www.tahiti-tourisme.it

Stampa
Ago
09

Cinema e vino per tutta l'estate

L’idea è originale: portare il cinema direttamente nelle cantine e nelle aie delle aziende vinicole. L’obiettivo: valorizzare il territorio e i prodotti enogastronomici tipici di alcune delle più importanti aree enologiche d’Italia sfruttando anche la magia del cinema e la voglia delle persone di stare assieme. Questa in sintesi, estrema sintesi, “Cinemadivino – I grandi film si gustano in cantina”: la rassegna cinematografica itinerante che porterà il grande schermo direttamente nei luoghi dove nasce e si produce il vino. Per tutto il mese di agosto la “carovana” di Cinemadivino sarà in giro con proiettori, schermi, sedie fra Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Umbria, Toscana, Basilicata e Sardegna. Tutto il programma su www.cinemadivino.net
“Cinemadivino” NON è una “semplice” rassegna cinematografica. “Cinemadivino” è convivialità, piacere di stare insieme e soprattutto scoperta del territorio, di alcune sue eccellenze enogastronomiche, a partire ovviamente dal vino, e di quelle persone che con impegno e dedizione tengono alto il nome dell’enologia locale, e non solo. Infatti, la formula vincente di “Cinemadivino” è quella di presentare sul grande schermo i film sorseggiando un calice di vino e gustando alcuni piatti tipici. Piatti preparati nello spazio gastronomico gestito direttamente dalle aziende, oppure proposti dal “Food Truck” di Cinemadivino: il furgone viaggiante che poterà nelle cantine i piatti pensati in collaborazione con importanti chef e lo “street food” di qualità.
Con un calice di buon vino in mano, sotto un cielo stellato (si spera!) e con i vigneti a fare da sfondo, gli spettatori non assisteranno “solamente” a un film – selezionati principalmente fra quelli più interessanti dell’ultima stagione, anche se non mancheranno alcuni capolavori e pellicole senza tempo - ma vivranno un’esperienza assol utamente unica, magica, da mettere nella scatola dei ricordi dell’estate 2014.